Hai deciso di isolare la tua casa con il cappotto? Ti senti stressato perché il mercato ti propone numerosi materiali e tu non sai qual è la scelta ideale? Hai paura di effettuare un investimento sbagliato?

Per fare la scelta giusta è bene conoscere le caratteristiche dei principali tipi di pannelli per cappotto presenti sul mercato; scopriamoli di seguito!

Esistono tre macro categorie che racchiudono i pannelli per cappotto termico esterno:

  • SINTETICI
  • MINERALI
  • NATURALI

 

PANNELLI PER CAPPOTTO “SINTETICI”

Sono dei materiali isolanti derivanti dalla lavorazione del petrolio, motivo per il quale vengono definiti chimici; la loro durata varia dai 30 ai 50 anni.

Tra questi trovi: POLISTIRENE ESPANSO (EPS), POLISTIRENE ESTRUSO (XPS) e POLIURETANO.

In generale si può dire che sono ottimi isolanti; presentano alta resistenza agli agenti atmosferici ed una medio/bassa traspirazione a seconda del tipo di materiale.

Tutti e tre sono prodotti molto diffusi perché la loro posa risulta facile; anche se il polistirene estruso e il poliuretano, essendo pannelli molto rigidi, nel caso non siano detensionati, possono creare problemi di cavillature (crepe) in facciata.

Il polistirene espanso, in particolare, è un materiale riciclabile, ha un costo relativamente basso ed è innocuo se viene a contatto con la pelle. A volte, causa delle difficoltà in fase di posa, dovute alla scarsa planarità delle lastre tradizionalmente usate, ricavate dal taglio di blocchi. Queste irregolarità dovranno essere assestate al fine di evitare la formazione di ponti termici e difformità estetiche della facciata.

 

PANNELLI PER CAPPOTTO “MINERALI”

Tra gli isolanti minerali si trovano la LANA DI ROCCIA e la FIBRA DI VETRO.

Il pannello isolante di lana di roccia è effettuato principalmente mediante la lavorazione di rocce di origine vulcanica, mentre quello di fibra di vetro è realizzato attraverso la lavorazione di vetro e sabbia oppure del vetro riciclato.

La loro caratteristica principale è l’elevatissima traspirazione che permette al muro sul quale sono fissati di traspirare riducendo la possibilità di attacchi di umidità e muffe. Affinché essi riescano a resistere all’umidità, c’è la necessità di sottoporli a determinati trattamenti; tuttavia se l’umidità viene assorbita dai pannelli, questi tendono a perdere le loro caratteristiche isolanti con il conseguente danneggiamento dello stesso.

Generalmente offrono un buon isolamento; sono materiali resistenti e durevoli e contribuiscono anche all’isolamento acustico dell’abitazione, utile però solo per case in legno o strutture leggere. Sono però alquanto costosi, sia per il pannello stesso sia perché la posa risulta difficoltosa e onerosa.

Quando viene applicato un pannello isolante minerale è d’obbligo usare dispositivi individuali di protezione come maschere, guanti, indumenti adatti, occhiali protettivi, ecc. Bisogna inoltre pulire accuratamente l’ambiente con l’aspiratore.

 

PANNELLI PER CAPPOTTO “NATURALI”

Sono dei materiali isolanti ottenuti dalla lavorazione di legname di scarto, motivo per il quale sono prodotti riciclabili e biodegradabili.

Tra questi trovi ad esempio pannelli in FIBRA DI LEGNO e SUGHERO.

Questi pannelli hanno la caratteristica di permettere una certa traspirazione; anche se proprio per le loro caratteristiche naturali possono essere facilmente aggrediti da muffe e possono deteriorarsi nel tempo, specie se si bagnano per infiltrazioni d’acqua o assorbimento di umidità. Hanno buone proprietà di isolamento acustico e sfasamento termico, ma tra tutti i pannelli sono quelli che presentano il più basso potere isolante, che peggiora nel tempo soprattutto se assorbono umidità.

Per la loro origine naturale sono alquanto costosi, specie se inseriti in un cappotto, sia per il pannello stesso sia perché la posa è difficoltosa quindi onerosa.

La scelta quindi non è facile, però nel mercato però puoi trovare un pannello che unisce molti dei vantaggi di questi tre tipi di prodotti: RESPHIRA®.

 

PANNELLO ISOLANTE RESPHIRA®

RESPHIRA® è un pannello brevettato per l’isolamento esterno a cappotto.

La principale caratteristica è la traspirazione in quanto è dotato di numerosi microfori, ottenuti da un processo di stampaggio, che evitano anche la formazione di condense all’interno del pannello stesso.

E’ un pannello stampato costituito da un corpo in grafite, che garantisce un ottimo isolamento termico, e uno strato superficiale di EPS verde ad alta densità che protegge la parte sottostante dai raggi solari, dall’umidità e dagli urti.

Il pannello RESPHIRA®, essendo stampato, assicura precisione e perfetta planarità che facilita quindi l’applicatore nel realizzare un cappotto a regola d’arte.

E’ un pannello che unisce le caratteristiche dei pannelli per cappotto sintetici, durevoli nel tempo, immuni da fenomeni degenerativi, inattaccabili da muffe e microorganismi, che possiedono eccellenti valori di isolamento termico, con le caratteristiche degli isolanti minerali e naturali, la cui principale proprietà è l’elevata traspirazione.

Una gran cosa, considerando che molte volte è difficile trovare un compromesso che permetta di unire le caratteristiche ottimali di alcuni prodotti ed evitarne le carenze.

 

Al fine di poter scegliere, e di conseguenza fare applicare, i pannelli per cappotto più adatti per la tua abitazione è necessario quindi che tu conosca tutte le possibilità che il mercato offre, valutandone le caratteristiche, affinché il tuo investimento riesca al meglio e porti tutti i benefici da te desiderati.

I 7 errori quando scegli un cappotto termico

Scopri i 7 ERRORI più GRAVI che commette chi sceglie un cappotto termico per la propria abitazione