Spesso si associa il rivestimento a cappotto alla protezione dal freddo; quindi al fatto di mantenere la casa calda e a risparmiare sul riscaldamento. Questa è una concezione riduttiva in quanto il cappotto è utile in qualsiasi stagione; anche in estate!

La dispersione termica, infatti, avviene sia d’estate che d’inverno; nelle stagioni più calde, in un edificio privo di isolamento termico, il calore passa rapidamente attraverso le pareti dall’esterno verso l’interno mentre nelle stagioni più fredde dall’interno verso l’esterno.


Cosa succede se un edificio è soggetto a dispersione termica?

Le principali conseguenze della dispersione termica sono le seguenti:

  • Maggiore consumo energetico dovuto alla necessità di rinfrescare o riscaldare un ambiente che tendere a disperdere troppo fresco o caldo all’esterno; con conseguente aumento delle spese;
  • Impossibilità di raggiungere un buon comfort termico;
  • Possibilità di formazione di muffa e condensa (soprattutto d’inverno).

Come può il cappotto termico proteggere l’abitazione dal caldo estivo?

I pannelli isolanti utilizzati nel cappotto termico, d’estate, permettono di ritardare il flusso termico verso l’interno durante il giorno, quando le temperature esterne sono più elevate. Per approfondire questo fenomeno abbiamo scritto un apposito articolo intitolato: “Sfasamento termico e isolamento a cappotto”, dove si evince che una abitazione ben isolata non necessita di specifici materiali per lo sfasamento termico: un adeguato spessore del materiale isolante impedirà all’onda di calore di riuscire ad “attraversarlo” e quindi di penetrare all’interno dell’abitazione.


Il colore con cui si desidera tinteggiare l’abitazione può influire sulle prestazioni del cappotto?

Per ottimizzare la prestazione isolante del cappotto bisogna tener conto anche di accortezze di natura estetica come la tinteggiatura; il rivestimento infatti dovrà avere un indice di riflessione alla luce maggiore del 20%, questo per minimizzare il surriscaldamento delle superfici murarie, aumentano la durata del sistema.


Si può affermare quindi, che un sistema di isolamento a cappotto di qualità permette di proteggere l’edificio dal caldo riducendo i consumi energetici per raffrescare l’abitazione.

Un cappotto efficiente deve, pertanto, essere in grado di proteggere gli ambienti interni dalle dispersioni termiche sia d’estate che d’inverno. Per questo motivo è indispensabile che venga effettuata una corretta progettazione dell’intervento.

I 7 errori quando scegli un cappotto termico

Scopri i 7 ERRORI più GRAVI che commette chi sceglie un cappotto termico per la propria abitazione